Confsal Sardegna

CONFEDERAZIONE
GENERALE DEI SINDACATI
AUTONOMI DEI LAVORATORI

VALIDI I CCNL SOTTOSCRITTI DA SIGLE SINDACALI DIVERSE DALLA TRIPLICE

MILANO - Finalmente l'Ispettorato Nazionale del Lavoro ha diramato l'attesa circolare n 7/2019 con la quale viene precisato che anche i Contratti Collettivi Nazionali di Lavoro sottoscritti da sigle sindacali diverse dalla "Triplice" (CGIL, CISL, UIL) sono legittimi, validi e pertanto pienamente applicabili. Inoltre, viene ribadito che se le sigle sindacali firmatarie di un CCNL sono quelle "comparativamente maggiormente rappresentative", (come nel caso del contratto Sna/Confsal, ndr), il Contratto costituisce il riferimento per il calcolo dei contributi Inps. Con questa importante puntualizzazione si supera la Circolare emanata precedente che, sul medesimo tema, aveva assegnato una sorta di "esclusiva" della contrattazione collettiva alla Triplice sindacale, attribuendo ai CCNL siglati da CGIL, CISL, UIL lo status di "maggiormente rappresentativi" per definizione. Per il Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi "si ristabilisce finalmente la libertà di contrattazione, nel rispetto delle norme costituzionali e delle regole della democrazia. In considerazione del fatto che Sna è certamente la sigla datoriale agenziale più rappresentativa e che Confsal è stata riconosciuta dal Ministero del Lavoro quale sigla comparativamente maggiormente rappresentativa, è evidente che il CCNL di riferimento del settore, che tra l'altro è quello maggiormente applicato, è il CCNL Sna/Confsal". La Redazione

Agos Ducato - Duttilo

Seguici