Al Segretario Angelo Margiotta

Pubblicato da Elia Pili
10/03/2021

Ho letto con attenzione la nota di biasimo che il Segretario Generale della Confsal, in data 09/03/21 ha inviato al Presidente del Consiglio dei Ministri, esponendo in modo estremamente garbato, ma fermo, la protesta della Confederazione, per la mancata convocazione sul tema del lavoro pubblico.

I sindacati aderenti alla Confsal (una delle confederazione maggiormente rappresentative) si sentono umiliati da questa assurda e incomprensibile decisione da parte di un governo che inizialmente ha chiesto la collaborazione di tutti i partititi e delle forze sociali e poi ha escluso una delle confederazione maggiormente rappresentativa a cui aderiscono migliaia di lavoratori dei settori pubblici e privati.

Viene da pensare che l’esclusione sia dovuta alla loro volontà di essere liberi dai condizionamenti politici.

Le nostre federazioni sono seriamente offese per la mancanza di attenzione nei confronti delle organizzazioni sindacali autonome e libere.

Le federazioni sarde comunicano alla Segreteria Generale che sono disponibili a un’azione dimostrativa forte nei confronti di un governo che si è mostrato inizialmente democratico e libero dagli artifici dei partiti, ma che nella realtà, non è stato capace di rompere la sudditanza imposta dalle solite organizzazioni sindacali.

La Confsal Sarda esprime, in nome di tutte le federazioni aderenti, piena vicinanza al Segretario Generale della Confsal e attende indicazioni in merito.

Cagliari 10/03/2021

Il Segretario Generale Regionale Confsal
Dott. Elia Pili

Notizie Correlate

otto marzo

otto marzo

Un Augurio da parte della Segreteria Regionale Confsal a tutte le...

invasione Ucraina

invasione Ucraina

La Segreteria Regionale Confsal Sardegna condanna l'invasione...